Vai alle foto
Arriva nel manicomio di Trieste nel 1973 subito dopo la famosa uscita dei 'matti' dietro al grande cavallo azzurro, Marco Cavallo. Da allora sarÓ una protagonista dello smantellamento dell'istituzione chiusa, impagnandosi nei Centri di Salute mentale che in quegli anni si stavano aprendo. Nel 1983 ritorna nell'ormai ex Ospedale Psichiatrico di San Giovanni e partecipa all'apertura del 'secondo' Laboratorio P di arti visive. ╚ una delle responsabili e organizzatrici del Servizio Abilitazione e Residenze -SAR-, segue i volontari dell'Associazione di Volontariato Franco Basaglia, segue realtÓ come residenze, la sartoria, una palestra, e altre, Ŕ responsabile della logistica del Padiglione M, sede del SAR e di alcune cooperative, ecc. Carla Prosdocimo Ŕ un punto di riferimento fondamentale per il funzionamento di molti aspetti dell'organizzazione territoriale dei Servizi triestini, incontestabilmente un esempio luminoso di quello che vuol dire un impegno personale di vita.