La psicologia del trading: perché avere un forte equilibrio mentale è importante per diventare un trader di successo

La maggior parte dei trader neofiti tendono a concentrarsi esclusivamente sul proprio money management. Investono tutto il denaro a disposizione solo ed esclusivamente a supporto finanziario, studiano approfonditamente gli indici, analizzano le oscillazioni, studiano i piani aziendali, imparano praticamente a memoria qualsiasi tipo di grafico… senza badare nemmeno per un momento all’aspetto psicologico della cosa.

Questo è, senza alcun dubbio, il metodo migliore per fallire come trader.

Perché molte persone falliscono come trader?

Tutte le persone poco esperte, quelle che hanno fallito, e i trader mediocri vi daranno la stessa risposta: è colpa dei broker, del momento storico, della sfortuna!

Ma sono davvero questi i motivi che fanno si che una persona perda denaro al posto di guadagnarlo facendo trading?

La verità assoluta è che una volta che abbiamo intrapreso la carriera di trader, che sia per hobby o a tempo pieno, abbiamo assoluto e pieno potere decisionale sulle nostre azioni. Siamo noi che abbiamo il potere, seppur piccolo, di decidere per noi stessi. Le nostre azioni, alla fine dei giochi, possono essere solo tre: acquisto, aspetto, vendo.

Proprio queste tre azioni fondamentali sono alla base del trading, per cui a questo punto risulta evidente cos’è essenziale per essere un trader di successo: la psicologia.

Come la psicologia risulta il punto focale di un trader di successo

Alcune persone, più dotate dal punto di vista tecnologico, hanno pensato di sviluppare dei sistemi automatici, degli algoritmi che permettono di evitare l’aspetto psicologico del trading. Non mettiamo in dubbio l’utilità di questi mezzi per quanto riguarda l’analisi e il supporto per la gestione, ma non possiamo considerare questi automatismi dei veri e propri sostituti umani.

Il problema di questi sistemi è che necessitano continuamente di manutenzione, aggiustamenti giorno per giorno a seconda del cambiamento richiesto dai mercati, per cui la problematica rimane.

Non è sufficiente l’apporto della sola “macchina”, l’intervento dell’uomo, le sue capacità critiche e le sue difficoltà psicologiche rimangono.

A questo punto cosa può fare davvero una persona per avere successo nel trading?

Lavorare costantemente sulla propria psicologia.

Un buon lavoro di supporto psicologico è la base fondamentale: saper gestire le proprie emozioni e tenere sotto stretto controllo la propria impulsività.

Provate metaforicamente ad immaginare il trading come un campo di battaglia: siete continuamente sottoposti agli attacchi nemici, dovete andare contro al primordiale istinto di scappare, dovete costringervi a fare scelte che mai avreste pensato di dover fare; e nella maggior parte dei casi siete costretti a prendere decisioni in fretta.

Questo semplice esempio spiega in maniera evidente come le sollecitazioni alla vostra psiche risultino pesanti e costanti.

Negli anni ‘80 e ’90, moltissimi psicologi, esperti nello studio del comportamento, si sono soffermati sullo studio specifico di questo aspetto della psicologia umana.

Uno studio in particolare, ripetuto successivamente in varie università del mondo, chiedeva a 20 trader di piazzare un ordine. A queste persone veniva chiesto di seguire le regole indicate in un semplice elenco in tre punti per fare la propria scelta. Si potrebbe pensare, date le regole così ristrette, che il risultato ottenuto fosse molto simile, invece le scelte dei trader furono completamente diverse le une dalle altre.

Questo semplice esperimento ha stabilito definitivamente l’importanza del ragionamento e dell’aspetto psicologico di ogni persona.

Il trader deve considerare se’ stesso esattamente come uno sportivo ad alto rendimento, dove capire e gestire il proprio ego e le proprie emozioni e tutto questo deve avvenire prima dell’analisi dei grafici.

Si possono migliorare le proprie prestazioni psicologiche?

Avete appena capito che il trading vi alletta fortemente ma non sapete se sarete capaci di affrontare la tensione? Non fatevi scoraggiare per questo. Conoscere i propri limiti e le proprie difficoltà è già un primo passo verso il successo.

Esistono vari modi che permettono di intervenire sulla propria resistenza psicologica. In commercio troverete moltissimi libri a disposizione che spiegano accuratamente come esercitarvi nella gestione dello stress, dell’ansia e dell’attesa.

Esistono inoltre degli apposti corsi, addirittura specifici per chi lavora nel settore finanziario, che nel giro di pochi giorni, a mo’ di ritiro spirituale, vi insegnano tutto quello che c’è da sapere sulla psicologia e lo stress da mercati finanziari.

Inoltre, nelle grandi città, esistono gruppi settimanali d’incontro che a lungo andare diventano utilissimi per raggiungere un buon equilibrio mentale da trader.